Parco Nazionale di Ruaha

Parco Nazionale di Ruaha

Il parco nazionale di Ruaha è una delle poche zone selvagge della Tanzania, dove si può avere una rara esperienza di osservazione della fauna accompagnata dal paesaggio mozzafiato. Il parco è ricco di piante e animali come il Kudu Maggiore, un’antilope che popola le zone boschive dell'Africa orientale e meridionale, che non si trova in nessun altro parco nazionale. Il parco vanta del suo ecosistema quasi incontaminato e inesplorato, rendendo l'esperienza del safari dei visitatori davvero unica.

Il Grande fiume Ruaha come altri fiumi quali Mwagusi, Jongomero e Mzombe durante la stagione secca, questi fiumi diventano per lo più la principale fonte di acqua per la fauna selvatica. Ci sono poche sorgenti naturali che hanno lo stesso scopo.
Nel periodo della stagione secca, gli elefanti ottengono l’acqua dai “fiumi” di sabbia asciutta usando le loro zampe o dei tronchi per scavare. L’acqua residua che cade lungo il fiume Great Ruaha è anche un importante habitat per ippopotami, pesci e coccodrilli.

CLIMA
Il parco nazionale di Ruaha ha un modello bimodale di foresta pluviale; la breve stagione delle piogge inizia da novembre a febbraio, mentre la stagione lunga va da marzo ad aprile. La piovosità media annua varia tra 500mm-800mm con una temperatura media annuale di circa 28°C. Il parco vive la sua stagione secca tra giugno e ottobre quando la temperatura della sede di Msembe raggiunge i 35°C.

STORIA DEL PARCO
La storia del parco inizia nel 1910, quando fu battezzata Saba Game Reserve dalla Germania, il nome fu poi cambiato nel 1946 a Rungwa Game Reseve nel 1946.
Nel 1964 la parte meridionale della riserva fu riconosciuta e battezzata “parco nazionale Ruaha”.
Nel 1974 anche una parte del Grande fiume Ruaha fu incorporata nel parco.
Il nome “Ruaha” deriva dalla parola Hehe “Ruvaha”, che significa “fiume”.
Il Ruaha National Park fa parte dell’ecosistema Rungwa-Kizigo-Muhesi che copre più di 45000 km².
Nel 2008 la riserva di Usangu e altre importanti zone umide nel bacino di Usangu sono state annesse al parco, rendendolo il parco più grande della Tanzania e dell’Africa orientale con un’area di circa 20226 km².

LA SUA IMPORTANZA
Il Parco Nazionale di Ruaha ha un’alta diversità di piante e animali tra cui elefanti, bufali, antilopi e alcune delle specie rare e in via di estinzione come i cani selvatici.
Ciò lo rende economicamente importante in quanto sostiene le attività agricole a valle e contribuisce all’energia idroelettrica (HEP) per il paese nelle dighe di Mtera e Kidatu.

ATTRAZIONI TURISTICHE:

Uccelli
Il parco è uno dei paradisi degli uccelli della Tanzania con più di 571 specie e alcuni di essi sono noti per essere migranti all’interno e all’esterno dell’Africa. Nel parco sono state registrate specie migratorie provenienti da Europa, Asia, Australia e Madagascar.
Le specie di interesse nel parco includono il bucero rosso Ruaha (Tokus ruahae) che è dominante nella zona.
Il bacino di Usangu è una delle aree più importanti del paese per presenza di specie di volatili. Sebbene gli uccelli possano essere visti tutto l’anno, il periodo migliore per il bird watching è durante la stagione delle piogge.

Animali
Si ritiene che Ruaha abbia un’alta concentrazione di elefanti maggiore rispetto a qualsiasi altro parco nazionale nell’Africa orientale.
È anche un posto dove, magnifici mammiferi come Kudu (sia maggiore che minore), antilopi di Sable e Roan possono essere facilmente avvistati nel bosco di Miombo.
Il maschio Kudu ha bellissime corna a spirale, mentre il maschio dell’antilope di Sable ha imponenti corna ricurve.
Il parco è anche un habitat per i cani selvatici, specie in via di estinzione.
Gli altri animali che possono essere avvistati nel parco sono: leoni, leopardi, ghepardi, giraffe, zebre, eland (o antilope alcina), impala, volpi dalle orecchie di pipistrello e sciacalli.

Rettili e anfibi
Il parco ospita anche un buon numero di rettili e anfibi come: coccodrilli, serpenti velenosi e non, lucertole, varani e rane.
I fiumi Great Ruaha e Mzombe sono presumibilmente l’habitat preferito dai coccodrilli.

Vegetazione
Il parco è caratterizzato da vegetazione semi-arida, baobab, acacia e altre specie.
Sono state identificate oltre 1650 specie diverse di piante.
Il parco è il punto in cui due zone di vegetazione, lo Zambezian (caratterizzato dalla vegetazione di Miombo) e il Sudanian (caratterizzato dalla vegetazione dell’acacia) si incontrano.

Siti storici e culturali
Ci sono diversi siti storici e culturali nel parco che offrono al visitatore la possibilità di incontrare le tribù della Tanzania meridionale.
Le prime rotte commerciali usate dalla carovane arabe passavano da questi luoghi.
Nel 1830 i commercianti costieri espansero le loro rotte verso nord, tra il 1857 e il 1858 alcuni esploratori europei come Burton e Speke utilizzarono queste rotte.

Il capo Mkwawa usò gli stessi percorsi per visitare Sangu e Gogo.
L’area del parco è considerata “la terra” del coraggioso capo Mkwawa, il capo degli Hehe (gruppo etnico-linguistico correlato agli Ngoni e ai Bena, sono presenti soprattutto nella Regione di Iringa) che resistette all’attacco tedesco alla fine del XIX secolo.
Le tattiche di battaglia contro l’invasione tedesca resero famosa la tribù degli Hehe nell’Altopiano meridionale dell’allora Tanganica (Tanzania). Sotto la guida del capo Mkwawa dominò l’area di Ruaha.
Alcune caverne sono considerate e conosciute per essere stati i nascondigli del capo Mkwawa, dopo che la sua tribù fu sconfitta dai tedeschi nel 1894.
Si ritiene che il Ruaha National Park custodisca molti segreti del capo Mkwawa.

Ci sono molti siti di interesse storico nel parco e sono luoghi molto belli ed interessanti da visatare.

Caratteristica fisica
Il Ruaha National Park ha alcune caratteristiche che derivano dalla vicina Rift Valley, come fiumi, sorgenti naturali, zone umide, sorgenti di acqua calda, splendide montagne e zone collinari.

Fiumi
I sistemi fluviali e spartiacque sono di significato economico, sociale ed ecologico per il parco stesso e il paese in generale. I fiumi principali includono il Great Ruaha, Mzombe, Mdonya, Mwagusi e Jongomero.

Rift Valley
La Great Rift Valley attraversa il parco. La parete della scarpata lungo il lato occidentale della valle è alta circa 50-100m nelle parti nord-orientali, aumentando di altezza a sud-ovest. Si ritiene che la valle del fiume Great Ruaha sia un’estensione della Great Rift Valley. Il Grande fiume Ruaha scorre per 160 km lungo l’intero confine orientale attraverso aspre gole e le pianure.


Sorgenti naturali
Le sorgenti più famose sono quelle di Mkwawa, Mwayembe, Makinde e Majimoto.
Questi luoghi non sono altro che i rifugi per la fauna selvatica durante la stagione secca.

Paesaggio collinare
Il parco ha terreni ondulati e colline tra cui il Kilimamatonge, Nyamasombe, Nyanywa, Chariwindwi, Igawira, Mwayiui, Kibiriti, Magangwe, Ndetamburwa e Isukanvyiola.
Questi agiscono come “kopjes”, ovvero piccoli avvallamenti rocciosi nelle pianure erbose, creando un buon habitat per animali come il klipspringer, un’antilope, che può essere avvisto in alcune di queste colline.

ATTIVITÀ TURISTICHE
Le attività turistiche del parco includono la visione della fauna, safari a piedi nella natura selvaggia, bird watching, pic-nic, pasti nella foresta (colazione, pranzo, cena) tra paesaggi lussureggianti e fiori selvatici.
La stagione delle piogge (gennaio-aprile) è l’ideale per praticare il birdwatching.
Il kudu maggiore maschio è l’animale più facilmente avvistabile a giugno, durante la loro stagione riproduttiva.

Come arrivare per via aerea
Ci sono sia voli di linea che voli charter nel parco principalmente da Arusha, Dodoma, Kigoma e Dar-es-salaam. Le piste di atterraggio del parco si trovano a Msembe e Jongomero.

Su strada
Dista circa 130 km in auto dalla città di Iringa e 625 km dalla città di Dar-es-Salaam.
La strada del parco è percorribile tutto l’anno.

Alloggio
Ci sono parchi e strutture di proprietà privata

Strutture del parco
- Bandas turistici self catering
- I campeggi speciali
- Campeggi pubblici
- Rest House (simili ai nostri B&B)
- Ostello per gruppi scolastici
- Cottage
- Cottage familiare
- Camera singola con salotto
- Camera singola senza salotto

Strutture private all’interno del parco
Ci sono molti campi tendati di lusso che operano nel parco come Jongomero, Kigelia, Mwagusi safari, Old Mdonya River, Kwihala, Flycatcher e Ruaha River Lodge.

Strutture private all’esterno dal parco
Ci sono diverse strutture ricettive appena fuori dal parco: come il rifugio in cima alla collina, il Sunset Lodge, il campo tendato di Tandala per citarne alcuni.

Regole e regolamenti del parco generale
Rispettare le seguenti regole e regolamenti del parco:

• Non disturbare o nutrire gli animali.
• Non fare rumore e non disturbare gli animali e gli altri visitatori
• Non raccogliere o distruggere fiori e piante
• È severamente vietato gettare rifiuti, sigarette e fiammiferi accesi
• Gli animali domestici non sono ammessi nel parco
• Non andare mai a fare un safari a piedi senza guide ufficiali o ranger del parco
• Rimanere sempre sui sentieri autorizzati durante i safari a piedi
• Non è consentita: la caccia, la raccolta di piante e animali
• Le attività turistiche devono essere condotte tra le 6:00 e le 19:00. Per il resto del tempo, ci si aspetta che i visitatori si trovino nei loro alloggi (come lodge, campi e campeggi)
• È severamente vietato guidare fuori dai sentieri dedicati

Pagine correlate

Come arrivarci

Periodi migliori per andarci


Parco Nazionale di Ruaha Articles

0

Parco Nazionale di Ruaha Accommodations

0

Parco Nazionale di Ruaha Nearby Attractions

Iringa Town
Located in the southern highlands of Tanzania, near the country’s legislative capital of Dodoma and the agricultural centre of Morogoro, Iringa is a pleasant small town and a focus of regional agriculture…

Things to do:

Mbomipa WMA
Neighbouring the Ruaha National Park, Mbomipa WMA is made up of land carved from 21 villages located in Idodi and Pawaga administrative wards in Iringa Rural District.

Things to do:

Do you have listing / info to add?     Add here

Join us on Social Media