Wildlife Management Areas

Aree di Gestione della Fauna Selvatica (WMA)

Un'Area di gestione della fauna selvatica (WMA) è un terreno destinato alla comunità, cosicché i villaggi membri siano coinvolti nella gestione della fauna e dell’habitat.

Secondo i principi della gestione delle risorse naturali basate sulla comunità (CBNRM), il punto fondamentale del concetto del WMA è quello di fornire alle comunità locali benefici economici coinvolgendoli nella gestione; questo promuoverà sia la salute, a lungo termine, della fauna selvatica e dell’habitat, sia lo sviluppo economico rurale.

Le comunità avranno quindi un interesse nella conservazione delle risorse naturali perché beneficiano direttamente della loro gestione sostenibile.
Le WMA sono state formalmente adottate come approccio per coinvolgere le comunità nella gestione della fauna selvatica.
Le WMA possono offrire ai residenti locali benefici attraverso le imprese associate che utilizzano la fauna selvatica o altre risorse naturali nella WMA stessa.
Prima dell’introduzione dell’approccio WMA, non esistevano quadri giuridici che consentissero alle comunità di partecipare alla gestione della fauna selvatica, anche se i singoli villaggi potevano, su piccola scala, stipulare contratti commerciali con il settore privato.

Grazie alla presenza degli iconici grandi mammiferi africani il territorio genera opportunità di turismo, che porta a capitalizzare molte opportunità per i residenti, dando loro la possibilità ed il sostentamento per proteggere in modo più efficace la fauna selvatica nella zona.

Le WMA consentono alle comunità di garantire i diritti dei villaggi sulle risorse della fauna selvatica che abitano sulla loro terra e il quadro giuridico consente alle comunità di beneficiare direttamente di qualsiasi introito derivante dalla fauna selvatica.

Nel 2003 la Tanzania ha istituito 16 aree di gestione della fauna selvatica (WMA), con l’obiettivo di migliorare la conservazione e di portare ricchezza alle comunità attraverso l’utilizzo sostenibile delle risorse naturali.

Attualmente ci sono 38 zone di gestione della fauna selvatica - WMA in tutto il paese in diverse fasi di sviluppo di cui 17 WMA:
i) Tunduru (NALIKA);
ii) Liwale (MAGINGO);
iii) Ngarambe / Tapika (MUNGATA);
iv) Wami-Mbiki (WAMI-MBIKI SOCIETY);
v) Pawaga-ldodi (MBOMIPA), vi) Ipole (JUHIWAI);
vii) Uyumbu (UWIMA);
viii) Burunge (JUHIBU);
ix) Ikona (JUHIWAIKO);
x) Enduimet (ENDUIMET);
xi) Mbarang’andu (MBARANG’ANDU);
xii) Ukutu (JUKUMU);
xiii) Makame (INDEMA);
xiv) Makao (JUHIWAPOMA);
xv) Kimbande (KIMBANDE);
xvi) Kisungule (KISUNGULE);
xvii) Chingoli (CHINGOLI).


Join us on Social Media